Una dieta sana per recuperare l’anoressia

Gli individui con anoressia nervosa, comunemente chiamati anoressia, sono più che semplicemente dietisti overzealous. Anoressia è una malattia grave con esigenze particolari durante il recupero. Parte del recupero include una dieta sana e gli individui recuperabili da un disturbo alimentare dovrebbero lavorare a stretto contatto con un professionista sanitario o un dietista per costruire un piano dietetico sano ed equilibrato che soddisferà tutte le necessarie necessità nutrizionali.

Significato

Circa lo 0,6% della popolazione adulta negli Stati Uniti sarà diagnosticata con anoressia, secondo l’Istituto Nazionale di Salute Mentale. Le donne sono tre volte più probabili di essere diagnosticate con anoressia rispetto agli uomini. L’Alleanza nazionale sulla malattia mentale afferma che fino all’1 per cento delle donne negli Stati Uniti sviluppano anoressia ad un certo punto della loro vita.

Caratteristiche

Anoressia nervosa è più che semplicemente una dieta molto restrittiva: è una grave malattia mentale che può essere fatale. È una malattia in cui un individuo rifiuta di mantenere un peso corporeo sano entro il 15 per cento di un peso normale per la sua altezza. La malattia coinvolge anche un timore intenso ed irrazionale per ottenere peso, distorsione dell’immagine corporea, assenza di almeno tre cicli mestruali consecutivi e negazione della gravità della situazione. Mentre è una condizione difficile da curare, il recupero è possibile.

Recupero e dieta

Il recupero da anoressia comporta cambiamenti dietetici e di stile di vita, tra cui stabilire abitudini alimentari normali, una dieta sana, aderire ai piani di pasto, non pesare se stessi e creare un sistema di supporto. Lavorare con un dietista specializzato in individui con disturbi alimentari può essere un buon supporto. Vitamina o integratori minerali possono essere prescritti per recuperare l’anoressia, inclusi i supplementi di potassio o di ferro.

Caratteristiche di una dieta sana

Evitare la caffeina, l’alcool e il tabacco, bere almeno sei o otto bicchieri d’acqua ogni giorno, evitando zuccheri raffinati e consumando proteine ​​da fonti come uova, carne, proteine ​​del siero di latte e proteine ​​vegetali possono essere tutti parte di un piano di dieta sana per recuperare l’anoressia. Si può anche suggerire un quotidiano multivitaminico, acidi grassi omega-3 e un integratore probiotico per la salute immune e gastrointestinali. Se è presente la debolezza muscolare o la perdita, si può suggerire la creatina.

avvertimento

Gli individui recuperati dall’anoressia o da un altro disturbo alimentare dovrebbero consultarsi con un professionista sanitario e un dietista durante il recupero per sviluppare piani dietetici e diete che forniscono abbastanza calorie e sostanze nutritive necessarie alla sopravvivenza e per affrontare eventuali carenze che possono essere presenti. Lavorare con un dietista specializzato in disturbi alimentari può aiutare a facilitare la sana alimentazione e aggiungere calorie gradualmente per ridurre il rischio di un individuo che diventa sopraffatto durante il recupero e contribuisce a garantire una dieta sana ed equilibrata.