Gli uva aiutano il tuo sistema digestivo?

Le uve sono un tipo comune di frutti di bosco che sono stati inclusi nella cottura e nel vino per secoli. Il profilo nutriente distintivo dell’uva comprende elevati livelli di sostanze fitochimiche e fenoliche che forniscono effetti antiossidici ben documentati per sostenere la salute cardiovascolare, ma l’impatto digerente dell’uva è meno accertato. La ricerca attuale sostiene la nozione che, mentre le uve aiutano la digestione sana per le persone affette da alcuni disturbi intestinali, il profilo nutrizionale delle uve può anche aggravare alcune condizioni digestive.

Stipsi

Il contenuto di fibre delle uve è in gran parte costituito da fibre insolubili. La fibra insolubile rimane intatta mentre si muove attraverso il tuo intestino, sostenendo la formazione di massa che produce sani sani. Se soffre di stitichezza regolare o occasionale, o di impatto intestinale, aumentare l’assunzione di fibre naturali insolubili può facilitare il disagio digestivo e aiutarti a produrre movimenti normali più intestinali. Il centro clinico dei National Institutes of Health raccomanda di aumentare l’assunzione giornaliera di uve come un’opzione sana per aumentare l’assunzione di fibre insolubile per supportare la regolarità digestiva a causa dell’elevato contenuto di fibre e del contenuto relativamente contenuto di sostanze nutritive indesiderate come il grasso o il colesterolo.

Sgabelli sciolti

Diarrea e sgabelli sciolti risultano quando il tuo corpo non riesce ad assorbire correttamente nutrienti e acqua dal cibo, causando loro di passare rapidamente attraverso il tratto digestivo senza formarsi correttamente. Una delle preoccupazioni primarie di salute di sgabelli sciolti è la sostituzione del contenuto dell’acqua persa del corpo. Le uve hanno un alto contenuto di acqua, circa il 70 per cento del peso delle uve provengono dall’acqua. L’ingestione delle uve è un’opzione alimentare per sostituire l’acqua persa attraverso sgabelli sciolti. Tuttavia, gli Istituti Nazionali di Salute non raccomandano l’uva in una dieta anti-diarrea a causa del loro elevato contenuto di fibre insolubili. La fibra solubile, trovata in avena e frutta sbucciata, assorbe l’acqua nei tuoi intestini, riducendo la probabilità che tu possa provare sgabelli sciolti o “acquosi”. Le uve sono basse di fibre solubili e quindi non possiedono la stessa capacità di assorbimento.

Gas e Bloating

Anche le persone senza disturbi intestinali possono provare disagio digestivo come il gas e gonfiore dopo l’uva. Una spiegazione della tendenza ad essere gassosi causata dall’uva è il contenuto di fibre insolubile. L’American College of Gastroenterology suggerisce che chiunque sperimenta il gas cronico, il gonfiore e la stitichezza elimini o riduca la sua assunzione quotidiana di frutta e verdura difficile da digerire, comprese le uve. Un’altra causa di disagio dello stomaco legato all’uva è l’intolleranza al fruttosio. Una parte significativa delle calorie in uva deriva dal fruttosio naturale di zucchero di frutta. Alcune persone non possono adeguatamente assorbire o digerire il fruttosio, provocando un accumulo di gas per tutto lo stomaco e l’intestino. Limitare l’assunzione di uve e di altri alimenti ad alto contenuto di fruttosio come frutta e dolci dovrebbe ridurre gli effetti gonfiori di un’intolleranza al fruttosio.

Effetti antimicrobici

La ricerca in corso di esplorazione degli effetti antimicrobici dell’uva indica che le uve possono essere utilizzate nel trattamento delle malattie alimentari basate sui batteri che influenzano il sistema digestivo. Uno studio del 2010 pubblicato sulla “International Journal of Molecular Science” ha esaminato il potenziale delle uve e degli estratti d’uva per inibire la crescita di alcuni microbi correlati alle malattie alimentari. I ricercatori hanno scoperto che i composti fenolici estratti da diverse parti dell’uva hanno esposto effetti inibitori su una varietà di microbi che causano malattie tra cui salmonella e E. coli. Anche se i ricercatori hanno dimostrato il potenziale degli estratti di uva per inibire la crescita dei batteri, sono necessari studi in corso per determinare il modo più efficace per sfruttare queste proprietà e utilizzarle per trattare le infezioni dopo che sono state introdotte nel tratto digestivo.