Caffeina e ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è una condizione caratterizzata da una sovrapproduzione o presenza eccessiva di due ormoni chiave della ghiandola tiroide chiamata triiodothyronine, o T3, e thyroxine, o T4. Il consumo di caffeina non innesca l’inizio dell’ipertiroidismo. Tuttavia, il consumo eccessivo della caffeina può contribuire all’intensità dell’ipertiroidismo producendo alcuni sintomi simili all’interno del vostro corpo.

I principi fondamentali di ipertiroidismo

La causa più comune di ipertiroidismo negli Stati Uniti è una condizione chiamata malattia di Grave, secondo il servizio di informazione nazionale sulle malattie endocrine e metaboliche. Le persone con questo disturbo hanno sistemi immunitari che innescano erroneamente la sovrapproduzione dell’ormone tiroideo. Altre cause potenziali di ipertiroidismo includono l’uso eccessivo di farmaci ormoni tiroidei, il consumo eccessivo di iodio, la presenza di noduli tiroide anomali chiamati adenomi e una condizione chiamata tiroidite, che fa perdere gli ormoni dalla ghiandola tiroidea nel flusso sanguigno. È anche possibile sviluppare ipertiroidismo se la ghiandola pituitaria produce troppo di un ormone chiamato TSH, che aiuta a regolare la produzione di ormoni tiroidei.

Problemi relativi alla caffeina

La caffeina si verifica naturalmente nelle piante utilizzate per produrre caffè, tè, bevande a base di cola e cioccolato, ed è spesso aggiunta a farmaci freddi e ad altri farmaci nonprescription. La maggior parte delle persone può bere moderatamente quantità di caffè – circa 250 milligrammi o 3 tazze di caffè – senza effetti collaterali. Tuttavia, se consumate da 500 a 600 milligrammi di caffeina al giorno, puoi sviluppare sintomi che includono battito cardiaco veloce, nervosismo, insonnia, irritabilità, tremori muscolari, inquietudine, ansia, nausea, vomito, eccessiva produzione di urina, depressione e turbamento stomaco. Le persone che non consumano regolarmente la caffeina possono sviluppare questi sintomi a bassi livelli di assunzione.

Sintomi sovrapposti

I sintomi dell’ipertiroidismo che si sovrappongono ai sintomi di consumo eccessivo di caffeina includono battito cardiaco veloce, difficoltà di sonno, irritabilità, nervosismo e altri cambiamenti di umore. Ulteriori potenziali sintomi di ipertiroidismo includono diarrea, frequenti movimenti intestinali, sensibilità al caldo insolito, debolezza muscolare o stanchezza, tremori della mano e gonfiore del collo chiamato gozzo. A causa dei possibili effetti dell’utilizzo della caffeina, l’Università di Maryland Medical Center raccomanda che le persone con ipertiroidismo si consultino con i loro medici prima di consumare prodotti caffeinati.

considerazioni

L’uso della caffeina può anche interferire con gli effetti di alcuni farmaci per l’ipertiroidismo, osserva l’Università di Maryland Medical Center. Mentre potresti aver bisogno di evitare il tè verde caffeinato, puoi potenzialmente aiutare a ridurre gli effetti dell’ipertiroidismo con dosaggi giornalieri da 250 a 500 milligrammi di un estratto di tè verde privo di caffeina. Questi estratti contengono quantità significative di sostanze chiamate antiossidanti, che possono sostenere il vostro sistema combattendo gli effetti delle molecole di scarto nel tuo corpo chiamate radicali liberi. Consultare il proprio medico prima di prendere tè verde e chiedergli ulteriori informazioni su ipertiroidismo e uso della caffeina.